Tirocini formativi e di orientamento

Il Sestante, per favorire l’inserimento o il reinserimento nel mercato del lavoro di giovani appena usciti dalla scuola, ma anche di persone disoccupate o in cerca di prima occupazione, si fa ente promotore per l’attivazione di tirocini formativi.

Il tirocinio è uno strumento vantaggioso anche per l'azienda, che può utilizzarlo per la selezione del personale in vista di eventuali assunzioni.

Esso, infatti, non si configura come un rapporto di lavoro e non prevede l'obbligo di assunzione finale del tirocinante.

Al termine del tirocinio, si prevede l’erogazione del servizio di formalizzazione e certificazione delle competenze (SRFC), che consente di valutare se il giovane ha raggiunto gli obiettivi formativi previsti. Tramite questa procedura, le conoscenze e le capacità acquisite dal giovane con l’esperienza di tirocinio sono documentate, valutate e registrate in un attestato regionale.

Al tirocinante deve essere garantita, in Emilia Romagna, una indennità minima di 450 euro mensili.

Cosa fa il Sestante

  • gestione di tutte le procedure amministrative utili alla attivazione dei singoli tirocini;
  • presa in carico del candidato;
  • colloquio iniziale con azienda e con il tutor per la definizione del progetto formativo;
  • predisposizione della convenzione tra l'ente e l'azienda;
  • predisposizione del progetto formativo;
  • gestione della piattaforma regionale “lavoro per  te”;
  • certificazione delle competenze.

 Garanzia Giovani

 

Il Sestante è autorizzato all’attivazione di tirocini formativi anche nell’ambito del Progetto Garanzia Giovani e si occupa della:

  • stesura dei progetti formativi,
  • dell’attivazione del percorso e
  • del monitoraggio come previsto dalla normativa vigente.

 

Per approfondimenti clicca qui

Per informazioni:

Ilaria Benedetti:

tel. 0544 210444 - cell. 3339303446

mail: ibenedetti@confindustriaromagna.it

Credits webit.it